sabato 23 aprile 2011

Fritto misto

Finalmente è arrivato il lungo weekend di Pasqua! Il nostro è cominciato giovedì sera con una bellissima lezione di tango-milonga (grazie Carlotta)! Ieri mattina poi, dopo una piacevole colazione all'aperto, siamo stati in giro per la città e siamo riusciti a fare un sacco di cose che avevamo lasciato un po' in sospeso. Tra una commissione e l'altra, siamo riusciti anche a fare un salto veloce al mercato per prendere del pesce fresco. Così per il pranzo del Venerdì Santo abbiamo preparato il fritto misto! Il procedimento è molto semplice (in effetti è quasi inutile spiegarlo) e visto che la qualità degli ingredienti dipende dai vostri gusti e la quantità dalla vostra fame, descriverò il tutto molto brevemente. 
Colgo l'occasione per ringraziarvi per il fatto che passate dal mio blog, anche se ultimamente non sono riuscita a scrivere tanto...
Infine volevo farvi i miei più sinceri auguri di Buona Pasqua! Spero che passiate delle bellissime feste con le persone a voi più care! 


Ingredienti
gamberi
calamari
uova
farina (io ho usato metà farina bianca e metà farina integrale)
olio di semi
sale 
pepe misto
limone

Preparazione
Sgusciate i gamberi e pulite bene i calamari svuotando le sacche. Tagliate poi le sacche dei calamari ad anelli larghi circa 1 cm ed i ciuffi dei tentacoli più grossi in due parti. Lavateli e asciugateli. Preparate la pastella sbattendo le uova, aggiungendo la farina e mettendo un pizzico di sale. Lavorate il composto fino al sciogliere tutti grumi. Immergete i gamberi e i calamari nella pastella. Friggeteli circa 3 minuti in abbondante olio caldo. Adagiate il fritto sulla carta assorbente. Serviteli caldi con un po' di limone e pepe.
Buon appetito!


3 commenti:

  1. E' vero sai? Il fritto di pesce è la cosa più buona che c'è. Ciao cara e buona Pasqua

    RispondiElimina
  2. Giornate ricche e intense come lo è questo piatto dalla gustosità "sempre alla moda" ;-)

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  3. Al fritto misto non si resiste...potresti corrompere chiunque, me per prima. Un sincero augurio e un abbraccio, PAt

    RispondiElimina